La tua casa ha le carte in regola per essere venduta? - Blog Agenzia Zenith - Agenzia Immobiliare ZENITH Grieco Sandro

Vai ai contenuti

Menu principale:

La tua casa ha le carte in regola per essere venduta?

Pubblicato da Zenith in Aspetti fiscali · 31/3/2015 10:33:41


Hai deciso di vendere casa, ma sei sicuro che tutto sia in regola per poterla vendere?
Quando decidi di vendere casa è fondamentale che tutti gli aspetti fisici e fiscali dell’immobile siamo in regola. Per aspetti fisici intendo la conformità catastale, mentre quelli fiscali si riferiscono ad ipoteche, iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli.
Per farti trovare pronto al momento della vendita ti dirò quali documenti servono e come regolarizzare quelli non in regola.
Ecco quali:
• L’atto di proprietà. Documento nel quale è inserita la titolarità dell’immobile, la descrizione,  i dati catastali e se esistono servitù attive o passive (ad esempio un diritto di passaggio), il prezzo, ecc.
• La visura e la scheda catastale. Nella prima sono indicati i riferimenti catastali e i nomi dei intestatari, mentre la seconda rappresenta la planimetria dell’immobile che dev’essere conforme allo stato di fatto.
• Per gli immobile costruiti dopo il 1967 viene richiesta anche il numero di concessione edilizia, la DIA (dichiarazione di inizio attività) o SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) dipende dal periodo e dagli interventi che si sono fatti, autorizzazioni che dovranno essere inserite in atto.
Il certificato energetico. La Legge 122/10 ha introdotto l’obbligo di produrre un certificato energetico per poter vendere casa. Si tratta di un documento che classifica l’immobile con una classe di merito che va dalla A+ fino alla G. Questo certificato si basa sull’efficienza energetica della casa, ovvero più questa è coibentata con serramenti a bassa dispersione, con caldaia a condensazione ecc. più ci si avvicina alla classe A, al contrario se è un colabrodo e disperde calore avrò una classe bassa. Fino a poco fa veniva chiamato ACE (attestato di certificazione energetica), mentre ora è detto APE (attestato di prestazione energetica).
• Nulla osta. Se vendi un immobile acquistato dall’ATC (agenzia territoriale per la casa) o ad alti enti come ad esempio l'INPS ricordati che prima di vendere dovrai chiedere l’autorizzazione a questi enti perché potrebbero avere diritto alla prelazione.  Senza questo documento il notaio non fa l’atto.
• Verificare con una semplice visura se sull’immobile sono state iscritte ipoteche che non siano quelle della banca dove hai fatto il mutuo, capita infatti che superato un certo importo, per esempio di multe e sanzioni non pagate, venga iscritta ipoteca sul tuo immobile che dovrai far cancellare prima del rogito.
• Se decidi di vendere un immobile locato, sappi che l’inquilino ha diritto alla prelazione sulla casa e comunque il contratto in essere dovrà essere rispettato anche dal nuovo proprietario, per cui è necessario avere una dichiarazione dell’inquilino con la quale rinuncia ad esercitare il diritto di prelazione.

Adesso che sai quali documenti sono necessari per vendere casa fatti trovare pronto per vendere il tuo immobile più velocemente.



Torna ai contenuti | Torna al menu