Conformità catastale - Blog Agenzia Zenith - Agenzia Immobiliare ZENITH Grieco Sandro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Conformità catastale

Pubblicato da Zenith in Aspetti fiscali · 16/3/2015 15:01:24

Purtroppo quando si deve vendere, capita  che per i motivi più diversi lo stato di fatto della casa non corrisponda alla planimetria catastale. Accade ad esempio, quando anni prima si è ristrutturato casa spostando o demolendo pareti per creare ambienti più adatti alla situazione del momento oppure quando  la casa ereditata dai nonni che parecchi anni prima  avevano modificato senza però aver mai aggiornato la planimetria catastale.
Con l'entrata in vigore della Legge 122/10 del 1 luglio 2010 c'è l'obbligo di conformare la planimetria catastale allo stato di fatto, pena la nullità dell'atto pubblico di compravendita. Questa normativa è basata su aspetti puramente fiscali, infatti è basata sui vani di un immobile che servono per il calcolo della rendita catastale sulla quale vengono pagate le imposte.
Dunque cosa fare per regolarizzare un immobile?
In questi casi la soluzione è procedere tramite un tecnico abilitato, con la regolarizzazione dello stato urbanistico in comune per poi procedere alla variazione catastale presso l'ufficio del territorio al catasto. Tuttavia per piccole modifiche quando il numero dei vani non viene cambiato, per esempio una parete spostata di pochi centimetri, è possibile evitare l'aggiornamento catastale.



Torna ai contenuti | Torna al menu