La nuda proprietà - Blog Agenzia Zenith - Agenzia Immobiliare ZENITH Grieco Sandro

Vai ai contenuti

Menu principale:

La nuda proprietà

Pubblicato da Zenith in Vendere casa, Nuda proprietà · 10/6/2015 18:07:43



Di fronte a situazioni sempre più economicamente precarie, le pensioni sempre più magre ed i soldi che non bastano ad arrivare a fine mese, sta prendendo sempre più piede la scelta di vendere la nuda proprietà. Questa scelta viene fatta per la maggior parte delle volte da persone anziane, ma ultimamente anche da chi non riesce a sbarcare il lunario.


Cos’è la nuda proprietà?

La nuda proprietà non è altro che il valore dell’immobile sottratto al valore di usufrutto, ovvero il diritto di utilizzare per tutta la vita un immobile.

I VANTAGGI
              PER CHI ACQUISTA                                                PER CHI VENDE
           Investimento remunerativo                        Trasforma la casa in denaro contante    
          Prezzi scontati                                            Vivi serenamente gli anni di riposo
          La sicurezza del mattone                              Estingui i tuoi debiti

Come si può vedere i vantaggi sono per entrambi i soggetti. E’ vero che chi acquista non potrà utilizzare subito l’immobile fin quando l’usufruttuario sarà in vita, ma il prezzo di acquisto è molto basso rispetto a quello di mercato, mentre chi vende si trova a disposizione l’immobile per tutta la vita senza neppure fare il trasloco oltre che a trovarsi un capitale in denaro da poter utilizzare come crede.


Come si calcola la nuda proprietà?



Si parte dal principio che più una persona è su con gli anni e più il valore della nuda proprietà è alto, proprio perché il nudo proprietario potrà entrare in possesso dell’immobile solo dopo la morte dell’usufruttuario, di conseguenza chi è più giovane potrà chiedere meno. Per effettuare questi calcoli esistono delle tabelle redatte dal ministero delle finanze e sono basate sulle aspettative di vita per l’Italia e sul tasso di interesse legale in vigore.
Una volta stabilito il valore di mercato di un immobile vengono applicati dei coefficienti in base all’età dell’usufruttuario (colui che abita) che ratifica il valore ottenendo quello della nuda proprietà.
Per fare un esempio, se prendiamo un immobile con valore di mercato di € 200.000 e il proprietario ha 75 anni, il valore della nuda proprietà sarà di:


€ 200.000 x 65% = € 130.000

Chi paga le tasse e le spese?

Tutte le spese di carattere ordinario, TASI e IMU sono a carico dell’usufruttuario, mentre le spese di straordinaria manutenzione come rifare il tetto, i balconi ecc. sono a carico del nudo proprietario.
L’usufruttuario ha l’obbligo di mantenere la casa in buono stato di manutenzione e non potrà modificarlo senza il consenso del nudo proprietario.
Possiamo dire che in definitiva questa soluzione porta vantaggi e benefici ad entrambi i soggetti e proprio per questo sta vivendo un periodo di grande successo.






Torna ai contenuti | Torna al menu